Come combattere le variazioni di temperatura per i riduttori di velocità

Posted by Marketing Varvel on 10 lug 2018, 14:43:11

Comprendere l'impatto che l'ambiente ha su un riduttore di velocità industriale è importante per la sua efficienza operativa. La maggior parte degli esperti ritiene che l'ambiente esterno e i fattori climatici debbano essere presi in considerazione nel determinare la vita utile delle apparecchiature, anche per comprendere con anticipo come e quando effettuare la manutenzione per evitare costi extra.

In primo luogo, le fluttuazioni delle temperature interne ed esterne possono influire sulla qualità di produzione di un riduttore industriale. L'implementazione di alcune semplici misure preventive potrebbe aiutare a ridurre le possibilità di surriscaldamento del riduttore e a fermare i malfunzionamenti che possono influire su come funziona su base giornaliera. Un consiglio in merito è scegliere il lubrificante migliore, comprendendo le caratteristiche tecniche e combinandolo con i fattori climatici che influenzano l'attrezzatura.

Manutenzione previene problemi

Perché la lubrificazione e il raffreddamento corretti sono importanti

Lo scopo principale dei riduttori di velocità è quello di ridurre la velocità delle apparecchiature per utilizzarle nel servizio di trasmissione. È fondamentale che l'intero riduttore abbia una lubrificazione e un raffreddamento adeguati affinché funzioni in modo efficiente. Se è stata fornita una lubrificazione adeguata, gli ingranaggi girano uno contro l'altro senza intoppi, in caso contrario, la combinazione degli ingranaggi crea contemporaneamente contatto e stress, il che può causare molti problemi nel tempo. L'olio per ingranaggi viene utilizzato per lubrificare i denti degli ingranaggi di accoppiamento, è possibile prevenire l'usura e danni più gravi alla superficie del dente dell'ingranaggio utilizzando lubrificanti corretti.

L'olio lubrificante, oltre a separare i denti degli ingranaggi di accoppiamento, serve anche per raffreddare la superficie, evitando alte temperature e surriscaldamento.

Surriscaldandosi i riduttori di velocità possono incorrere in problemi

Problemi di temperatura

Uno dei motivi principali per lubrificare correttamente il riduttore è che così facendo si può raffreddare la superficie del dente dell'ingranaggio. Infatti, il surriscaldamento può rapidamente diventare un grosso problema, specialmente se una miscela aria / olio rimane intrappolata nella rete del riduttore dove si formano depositi di carbonio sulla superficie. Questo può sovraccaricare gli ingranaggi e causare guasti.

Molte aree geografiche subiscono forti oscillazioni di temperatura durante tutto l'anno. Le fluttuazioni della temperatura possono avere un effetto drammatico sulla viscosità dell'olio del riduttore. A volte, le aziende devono passare da diversi tipi di olio durante l'anno in corso o correre il rischio di danneggiare le loro attrezzature. Nei caldi mesi estivi, l'olio tende a scorrere sottilmente attraverso il sistema di lubrificazione e diventa più denso nelle fredde e gelide giornate invernali. Uno scenario meteorologico estremo mette a rischio le condizioni di lavoro di un riduttore industriale. Un riscaldatore e un radiatore dell'olio sono spesso usati per controllare la temperatura operativa del lubrificante, a seconda delle temperature ambientali e di esercizio.

Le fluttuazioni di temperatura all'interno del riduttore industriale possono anche avere un impatto sulla viscosità dell'olio. Se la temperatura operativa è irregolare, l'olio dovrebbe essere filtrato o eventualmente modificato per promuovere operazioni di migliore qualità. Ottenere letture della temperatura e campioni di olio può aiutare a determinare se è necessario un esame approfondito del riduttore. A volte, una modifica minore può impedire una riparazione e uno spegnimento costosi.

Quando un riduttore industriale funziona in modo efficiente, funzionerà a una temperatura più elevata rispetto ad altri macchinari. Ciò obbliga gli oli a base minerale ad abbattere e a perdere rapidamente la loro capacità lubrificante allo stesso tempo. Questo tipo di deterioramento può far sì che la miscela si separi in diverse combinazioni di carbonio, idrogeno e ossigeno. Il carbonio può manifestarsi in una grana fine e rapidamente si introduce nell'olio. Se questa condizione persiste, si svilupperà un fango denso tra il dente del riduttore e i cuscinetti, che spesso causa il contatto metallo-metallo all'interno della macchina. Questo è un problema comune che porta al guasto del meccanismo.

Quando si sceglie un lubrificante per il proprio riduttore industriale, è bene considerare quale viscosità funziona meglio in condizioni normali ed estreme. (per approfondimento vedi l'articolo: Come gestire la lubrificazione dei riduttori). Con la giusta viscosità, l'olio può creare un film che copre il dente e i cuscinetti, proteggendoli durante l'intero processo operativo. Quando l'apparecchiatura si trova in uno "stato freddo", la viscosità del lubrificante deve essere sufficientemente forte da consentire al sistema di forzare l'olio in tutto il riduttore. Se l'olio è troppo spesso, il sistema di lubrificazione avrà problemi a fornirlo alle aree più importanti della macchina.

Quando si seleziona un riduttore di velocità, è importante conoscere le caratteristiche dell'olio in relazione alla sua applicazione e alla temperatura. Alcune formule di lubrificante hanno un indice di temperatura più piatto rispetto ad altri in associazione agli aumenti di temperatura. Ad esempio, la maggior parte degli oli sintetici ha un indice di temperatura più piatto rispetto ad altri oli a base minerale. Anche a temperature più basse, il petrolio sintetico sarà meno viscoso delle sue controparti.

New Call-to-action

 

 

Tags: riduttori, lubrificazione, manutenzione, caratteristiche specifiche, ingranaggi, problemi e soluzioni, temperature